ARTE CONTRADDITTORIA

LACCHE

mercoledì 22 aprile 2009

L’esigenza di comprendere la necessità della Forma in relazione allo Spazio, implica l’interesse e l’influenza della Temporalità come elemento che inquadra l’Interiorità

Come ho accennato in precedenza nella Rubrica Movenze, la necessita di entrare in esperienze apparentemente diverse dalla Pittura come La Compiuter Graphic, identifica il desiderio della Forma di completare il suo Percorso Fenomenico attraverso la potenzialità dello Spazio. Anche nel successivo passaggio, legato ad una struttura di base su cui il Movimento è il linguaggio che unisce le due forze, fa emergere una ulteriore domanda che implica l’aspetto visivo della ricerca quale la Dimensione.

Di fronte questo nuovo percorso, è interessante notare come l’aspetto dimensionale porta inevitabilmente in direzione dello studio della Forma nella Geometria in relazione al suo Movimento. Quindi per comprendere un aspetto dimensionale, vi è la necessità di interagire con l’elemento Tempo. Tutto ciò, dal punto di vista Visivo, indica una possibile via dove può esprimersi al meglio questo procedimento ed è la Compiuter Graphic o meglio il filmato animato della Compiuter Graphic.

Il mio studio, comunque, rimane sempre vincolato da una struttura che indica nella Realtà Psicologica Umana l’unico aspetto che decide lo scopo della mia ricerca. Nell’obbiettivo di Rendere Visibile l’Invisibile, diventa necessario far coincidere l’aspetto Estrinseco Formale dell’Essere Umano con la Realtà Intrinseca dell’Animo Umano, evidenziando come conseguenza la Forma come unico elemento di partenza che permetterà poi allo Spazio ed alla Dimensione di sviluppare la sua potenzialità.

Nel progetto "LACCHE", cerco di concentrare questi elementi tenendo conto che il tutto viene espresso in uno Spazio Bidimensionale. Ecco che in questo caso il Fattore Percettivo e l’elemento Trasparenza mi permette di sollecitare il Fenomeno come procedimento che indica nel Movimento l’aspetto Evolutivo della Forma . Tutto ciò legato ad un a situazione di Realtà Psicologica che il soggetto esprime in un determinato Tempo.

CONSEGUENZE DI UN EFFETTO FOTOSINTETICO

Nella trasposizione delle "LACCHE" in una composizione estetica e quindi in un supporto ligneo che permetta loro di rimanere impresse, mantenendo tutti i passaggi stratificati delle Trasparenze, si arriva ad una Composizione Fenomenale.
Questa struttura compositiva, presenta una sua fragilità di sussistenza, per cui la natura dei vari elementi e componenti influiscono in base all’esposizione della luce, creando di conseguenza UN EFFETTO FOTOSINTESI.
Per sopperire a questo meraviglioso effetto evolutivo e mantenere intatta la sua forza effettiva, le "LACCHE", saranno inserite in un particolare cofanetto protettivo, tipo "scrigno" e protette dalla luce.
Anche in questo caso l’espressione della Dimensione Contraddittoria, indica una precisa direzione comportamentale e conseguentemente influisce sul fattore compositivo dell’Opera stessa. Elementi e Indizi che alla fine creano le condizioni ideali per l’esistenza e la nascita di "MODELLO CONTRADDITTORIO".

Vedi on line : GALLERY - Lacche

SPIP | modello di layout | | Mappa del sito | Monitorare l’attività del sito RSS 2.0